Marina di Campo

Marina di Campo: nasce come piccolo villaggio di pescatori all'interno del comune di Campo nell'Elba che si stacca nel 1894 da Marciana Marina e di cui conserva lo stemma (la Torre) nel simbolo comunale. Grazie alla lunga spiaggia di sabbia (2 km) il turismo si è sviluppato prima che negli altri paesi elbani ed oggi Marina di Campo è la principale stazione turistica dell'isola.

E' caratterizzata dal paese più antico alla fine della baia, dove sorge il porticciolo, e dal lungomare che termina in una bellissima pineta che costeggia la spiaggia.

Marina di Campo offre numerose strutture alberghiere, ristoranti, negozi e servizi di ogni genere.

Marina di Campo - Isola d'Elba
Marina di Campo - Isola d'Elba
Marina di Campo - Isola d'Elba
Marina di Campo - Isola d'Elba


Cose da vedere:

  • La Torre: costruita in epoca pisana (1.200 d.c.) si trova alla fine del paese sopra una roccia che domina la baia.

    Merita fare un'escursione ai paesi collinari di Sant'Ilario e San Piero ricchi di fascino e di storia, famosi per l'estrazione e la lavorazione del granito.

    Sulla strada che da porta al Monte Perone potete visitare:
  • Torre di San Giovanni (1.200 d.c.): recentemente restaurata, domina tutta la baia di Marina di Campo. Era un posto di osservazione contro gli invasori.
  • Chiesa di San Giovanni: il più grande tempio primitivo edificato dal Cristianesimo nell'isola, di architettura romanica, conserva solo le mura perimetrali intatte. Durante l'estate vengono svolti dei concerti di musica classica.
  • Chiesa di S. Nicolò a S. Piero in Campo. Si ritiene che sia stata costruita sui resti di un tempio dedicato al Dio Glauco in epoca romana.
  • Chiesa di San Francesco a Sant'Ilario nella bellissima piazza.
  • Colonne Romane: sono reperti di granito dell'epoca romana visibili a Seccheto quando il granito dell'Elba serviva per costruire ed adornare imortanti palazzi a Roma imperiale.
  • Monte Cocchero: si può ammirare un recinto sacro con monoliti disposti a semicerchio, risalente a circa 3000 anni fa e riferibile ai primi abitatori eneolitici, mentre sono stati rinvenuti a Fetovaia e Seccheto alcuni resti di forni fusori, che attestano lo sfruttamento delle miniere elbane da parte dei romani tra il II° secolo a.C. ed il II° secolo d.C.

L'isola di Pianosa

Isola di Pianosa
Isola di Pianosa

 

Pianosa: parte integrante del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano, questa piccola isola a sud-ovest di Marina di Campo, famosa per essere stata sede di un famoso carcere, è stata aperta al pubblico.
Essendo stata isolata per tanto tempo ha conservato un paesaggio e soprattutto un mare incontaminato.

Durante l'estate vengono organizzate delle gite giornaliere con escursioni guidate sull'isola, parte a piedi parte con pulmino oppure in kayak e mountainbike o subacquee.

Vale veramente la pena visitare l'isola per ammirare il porto romano, il paesino, la villa di Agrippa e le catacombe di epoca romana, le grotte abitate in epoca preistorica, l'antica sorgente e le bellissime spiagge dall'acqua trasparente.
A fine escursione è possibile fare un bagno a Cala Giovanna.